Avviso: un video che fa male. In memoria di Haftom Zarhum

Haftom Zarhum gli avevano appena rinnovato il permesso di soggiorno in un ufficio pubblico di Beer Sheva, in Israele. Con quella carta piena di libertà poteva affrontare il mondo a viso aperto. Tornare a casa. Non era un terrorista, un pericolo umano per la società mondiale. Non era un soldato dell’ISIS. Si è trovato al posto giusto (per la sua libertà) ma nel momento sbagliato: in … Continua a leggere Avviso: un video che fa male. In memoria di Haftom Zarhum

Vota: