#ExTelecom: quando i manganelli nascondono il vuoto

092108840-c817352a-a548-4242-a436-b37e9b2982e1Gli esempi, le due facce della medaglia o della civiltà.

A Bologna il compimento della violenza inaudita: polizia in assetto antisommossa e una giunta comunale di Virginio Merola che senza scrupolo “buttavano” in mezzo a una strada 280 persone tra cui 100 bambini che da un anno vivevano nell’ex palazzo Telecom occupato.

Nelle stesse ore la notizia che RyanGiggs.cc e Gary Neville (ex calciatori del Manchester United) permetteranno ad un gruppo di senza tetto (che occupano un edificio di loro proprietà nel centro di Manchester) di rimanerci per tutto l’inverno (qui la notizia).

E’ il caso di dire che stavolta ha vinto lo sport. Non i manganelli, non le camionette della polizia. Ripeto: ha vinto l’accoglienza. Dimentichiamo questo in Italia.

Scrivo di questo su Gli Stati Generali, cliccate

Intanto, complimenti al Sindaco democratico Virginio Merola.

Annunci

3 pensieri su “#ExTelecom: quando i manganelli nascondono il vuoto

  1. Ma cosa vuol dire? Avete ricevuto una manganellata in testa da piccoli? Se l’edificio è privato, il proprietario decide cosa fare.
    Se il privato decide di accogliere bene, ma se vuole sgombrare chiama il comune che deve mettere in atto un meccanismo per rimuovere gli abusivi, se si rifiutasse allora significherebbe che tutti possono fare quel che gli pare.

    Morale se dovete rompere le scatole chiamate il signor Telecom o chicchessia il proprietario, oltre a scriverlo nel logo, pensate veramente a quello che scrivete.

    Mi piace

    1. La mancanza di tutela dei diritti e, tra questi, del diritto di abitare, fa sì che chi ha bisogno di un tetto, oggetto di quel fondamentale diritto, cerchi di provvedere da solo. C’è un dibattito surreale: legalità e diritti non sono dimensioni scindibili. Se l’esercizio della legalità si riduce all’uso del potere repressivo col fine di far rispettare la legge, essa snatura se stessa, e trova tanta più forza quanta è la debolezza dei soggetti preposti alla tutela di quei diritti. Pertanto, prima di usare la forza (forse) si doveva trovare una alternativa preventiva.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...