Quando c’era #Berlinguer

Enrico_Berlinguer_+_Roberto_Benigni#Berlinguer #11giugno1984
Ho letto tanto di lui, documentato e devo dire che la sua figura mi manca. Manca a noi giovani, alla nuova generazione.

Soprattutto perché oggi c’è una miseria della politica, che è decaduta. Berlinguer ha nobilitato la politica e ha dimostrato che è possibile darle un senso alto e nell’interesse generale: per questo il suo ricordo è così vivo.

La sua grandezza risiedeva nella sua coerenza. Giovanissimo, andò in carcere a Sassari guidando le manifestazioni per il pane e ha tenuto sempre ferma, anche da segretario, questa linea di un rapporto forte con la gente, non dimenticando che la politica va fatta per le persone e con le persone. La sua personalità, nel mondo del lavoro, si è identificata come quella di un uomo che esprimeva le esigenze più profonde del popolo.

Il mondo oggi è cambiato rispetto a quando c’era Berlinguer.

L’attualità di Berliguer va cercata nel fatto che, siccome non ci sono più partiti ma aggregati elettorali, cartelli elettorali, non ci sono più personalità che guidano quei partiti e che si pongono il problema di dare ai cittadini orizzonte, futuro. Oggi le forze politiche non sanno dove va la società. Berlinguer riusciva a disegnare il futuro; raccordava l’oggi con il domani, l’oggi con il futuro: questa esigenza è forte soprattutto nelle nuove generazioni.

Ha indicato la questione morale come problema collegato alle esigenze dei partiti di fare un passo indietro per salvare i partiti: una democrazia senza partiti che democrazia è? Altrimenti si cade nel caos e nella democrazia del web, come qualcuno oggi dice. L’idea che la sua posizione era solo una posizione morale è sbagliata. Era una morale e un’etica necessaria ai partiti per assolvere una funzione che la Costituzione assegna loro come canali per indicare a Parlamento e governo il da farsi.

A un giovane di oggi bisognerebbe dire: bada che l’avvenire non te lo dà nessuno se non ti impegni nella buona politica. Bisogna dire ai giovani che vogliono un avvenire e che non si impegnano nella politica che la politica allora sarà in mano ai maneggioni.

Credo che Berlinguer sia stato grande nel concepire i rapporti senza personalismi.

Annunci

2 pensieri su “Quando c’era #Berlinguer

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...