Il cv di Fassino. Può un’assenza essere tanto presente?

​Fassino, il grande inutile della politica. C’è in Italia una cupolina politico che staziona permanentemente nella propria ignoranza. Politici​ (alcuni)​ che se la cantano e se la suonano secondo copioni consolidati, intrappolati in un universo parallelo da cui la realtà è ormai sgattaiolata via.
Il problema vero, e drammatico, è che i politici dovrebbero per natura essere in grado di comprendere il paese in cui vivono, di annusare il vento, di intuire i movimenti tettonici in corso. Ogni sera, un’ondata di disperazione riempie il salotto di casa: imprenditori suicidi e disoccupati sfrattati, plebi urlanti e corrotti impuniti, cassintegrati senza speranza e giovani fuggiti all’estero. Fra un’invasione di cavallette e l’altra, i soliti ospiti promettono e si lamentano, arzigogolano e insultano.
Ogni mattina, i giornali dedicano invece le prime dieci pagine alle raffinate manovre di palazzo: che farà Alfano? Chiti manterrà le sue posizioni sulla riforma del senato? E Marina, scenderà in campo Marina? In questo modo lo spettacolo è completo e il cerchio si chiude.
C’è in Italia una maggioranza silenziosa (e anche un po’ infastidita) che vive e lavora e vorrebbe continuare a lavorare e a vivere in pace. Alla fin fine, si tratta di un problema di fiducia. Occorre preliminarmente che abbiano un qualche contatto con la realtà.

IMG_2628.JPG

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...