Analisi del voto dopo il #vinciamopoi

Stravinciamo, #vinciamonoi e #vinciamopoi. Poi marciamo su Roma. Poi mettiamo sotto assedio il #Quirinale. Poi facciamo il governo a #M5S. Poi via con i processi popolari.
Poi però arrivano le elezioni. E si torna alla realtà.

E la realtà è che il Movimento Cinque Stelle di #Grillo non ce la fa a fare la sua rivoluzione.

Quindi adesso delle due l’una. O lasciano perdere la rivoluzione e si mettono a fare politica; oppure continuano a fare i rivoluzionari e si riducono alla più totale irrilevanza (come dice Marco Bracconi).

Una prima analisi potenziale sull’esito del voto (come scritto qui stamattina: cliccate qui).

Gli sconfitti: 

1) Silvio Berlusconi, da primattore ad attore non protagonista della politica italiana
2) I titolisti e gli opinionisti più o meno professionali, che con le parole e con l’inchiostro hanno alimentato un sorpasso che non esisteva
3) Grillo, che nel derby con il PD ha corso molto e creduto di pareggiare come un anno fa, ma al fischio finale sarà sotto di molti palloni

I vincitori:

1) Renzi, che farà il record storico per il #PD e avrà le chances per governare un nuovo ciclo politico.
2) la voglia di Tsinistra Tsipras di esserci da parte di non pochi giovani, che non chiedono la soglia di sbarramento, ma una varietà necessaria nel campo democratico.
3) L’Italia, che uscirà dal voto con un Governo più forte, e con un ruolo rafforzato in Europa.

Annunci

Un pensiero su “Analisi del voto dopo il #vinciamopoi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...