Quel foglio excel di Renzi

Il discorso di Matteo Renzi al Senato è stato sviscerato, discusso e analizzato di già (come scrivevo qui).

Ci si è divisi soprattutto sui modi (sbarazzino, informale, et al), ma credo che l’importanza di questo discorso si noterà negli anni a venire.

Credo si sia stato fissato un punto di non ritorno della politica italiana.

Il discorso di Renzi ed il governo di Renzi costituiranno, da ora in poi, un termine di paragone. Così come è impossibile pensare ad una campagna elettorale senza confrontarsi con quelle di Berlusconi, allo stesso modo non ci si potrà esimere dal confronto con questo governo.

Stiamo parando solo di forma e non di contenuti?

Mutatis mutandis il discorso a braccio di Renzi resterà lì e dovrà farci i conti chi verrà dopo di lui. Certo, ora bisognerà attendere la prova dei fatti. Ma non sarà un’attesa lunga. (come scrivevo qui) c’è una data segnata in rosso, si tratta del 25 maggio, giorno delle elezioni europee.

A quell’appuntamento l’ex sindaco di Firenze vuole presentarsi con qualcosa di sostanzioso tra le mani.

Vorrà dire:

“abbiamo fatto più noi in tre mesi che il governo precedente in quasi anni”.

Vediamo se potrà farlo. Per il bene dell’Italia e senza alcun compromesso (come scrivevo qui)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...