Non è il mio partito, ma…

Non è il mio partito (sono elettore e iscritto a SEL), considero folle governare con Berlusconi prima e con Alfano e Formigoni poi, tante e troppe scelte di questo inutile governo sono state assecondare e difese senza motivo dal Partito Democratico. La linea politica di questi mesi era a dir poco incomprensibile. E non credo fosse così solo per me, ma per milioni di italiani.

Ma ieri è stata una bella giornata di partecipazione e democrazia, come scriveva ieri il mio amico Marco Furfaro.

Ed è il segno che tante persone vogliono riappropriarsi della politica e dei suoi luoghi, vogliono contare e decidere con il proprio voto. Vogliono sentirsi protagonisti. Iscritti ed elettori, militanti e simpatizzanti.

È una bella lezione per tutti. Perché, aldilà di dove ci si trovi, quando la politica è inondata da un fiume di gente è più bella. Sempre.

Un augurio a Matteo Renzi (come scrivevo qui stamattina) e a Civati dico: non sparire

Nota: Facciamo una riflessione vera sulla cultura politica (per non rimanere mai più indietro).

Non cadiamo dal pero che esiste un popolo democratico, che non lo scopriamo oggi. E che c’è qualcuno che tra quelle persone non ci sia anche un pezzo di noi (intendo di SEL). Queste le interrogazioni oltre lo steccato delle primarie. Fondamentali per la nostra “esistenza”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...