Vangelo secondo Matteo

“Il congresso va fatto entro il 7 novembre”. Così Matteo Renzi, alla festa nazionale del Pd a Genova, durante un’intervista con Enrico Mentana. “Che io ci faccia un pensierino alla segreteria, l’han capito tutti. Il problema è che regole ci saranno, e soprattutto che tipo di idee ci saranno. Basta casacchine di appartenenza” aggiunge.

“Il punto – ha aggiunto il sindaco di Firenze – non è cosa faccio io da grande, ma cosa farà il Pd, che deve tornare ad essere un partito che vince, farò tutto il possibile per raggiungere questo obiettivo”.

E guardando al Congresso spiega: “Se il Pd parla dell’Italia vince, se parla del Pd perde. Al congresso quindi parliamo dei problemi degli italiani”.

Note a margine sui futuri rapporti SEL – PD: Il Pd non è il destino di Sel, l’alleanza con il Pd è una libera scelta che si fonda sulla condivisione di un progetto politico e di un sogno, come dice Nichi Vendola.

Il Pd che governa a Roma con Ignazio Marino o a Milano con Giuliano Pisapia è incompatibile con il Pd delle larghe intese.  E questo non è solo un sentimento largo e diffuso. È il cuore di una questione politica. Ciascuno poi è artefice del suo destino.
Ritrovare una cosiddetta sinistra del PD ( come quella di Pippo Civati) e si smetta di essere guardiani del bidone.

Qui di seguito, per informazione e curiosità l’intervista a Pippo Civati di Ninni Andriolo per l’Unità.

20130902-094323

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...