Angelinostan (segue)

imagesE’ un atto di responsabilità, di esempio (come scrivo da tempo qui).

Se al governo non ci fossimo stati “noi” avremmo già chiesto le dimissioni. Se al governo ci fossimo stati solo noi il ministro in causa si sarebbe già dimesso.

Quindi, tutto il resto sono chiacchiere.

Votare la sfiducia ad Alfano non è un gesto di sinistra, è un atto di dignità istituzionale per chi ha a cuore questo Paese.

In Belgio, Marc Dutroux, un pedofilo accusato dell’uccisione di quattro ragazze nel 1996, riuscì a scappare per pochi minuti ai gendarmi. Poi fu nuovamente catturato. Ma quella fuga di pochi minuti fece perdere la credibilità alle istituzioni e i ministri della Giustizia e degli Interni si dimisero.

In Italia un’operazione che prevede l’irruzione di cinquanta (!) poliziotti in una villa per prelevare dissidenti che dovevano avere tutele sembra che sia stata fatta a insaputa di tutti.

Una cosa che non si può raccontare da quanto poco credibile. Alfano deve andarsene. Se non lo fa, il Parlamento lo deve sfiduciare. Non c’è destra, sinistra o governo che tenga.

Rimarca il concetto Nichi Vendola (si accodano al coro Matteo Renzi e Gianni Cuperlo nel procedere a votare sì alla mozione di sfiducia presentata da Sel e M5S – qui l’articolo)

È giunto il momento di mettere fine a un vile scandalo politico internazionale che un governo patetico cerca di occultare con furbizia e cinismo. Ma, sia che Alfano sapesse, sia che fosse all’oscuro di tutto, questa angusta vicenda dimostra plasticamente la sua inadeguatezza a un ruolo di governo così rilevante: è responsabile della violazione di diritti umani, per questo chiediamo le sue dimissioni. Chiediamo a tutti coloro che si adoperano per tutelare i diritti dei migranti, dei rifugiati e dei richiedenti asilo di sostenere questa battaglia di civiltà.

Nota di queste ore: nel Pd (come detto sopra) aumentano le dichiarazioni a favore delle dimissioni di Alfano, ma per ora non cambia la linea. Salvare Alfano per salvare il governo (ecco la linea degli strateghi che venerdì faranno cadere il tutto in un nulla di fatto).

Sbagliano (ma ormai abbiamo fatto “il callo”).Un “governo” che salva Alfano, si indebolisce. Uno che lascia passare questo episodio (gravissimo), non è un buon governo.

Annunci

3 pensieri su “Angelinostan (segue)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...