Il gioco di Silvio

images

L’uso strumentale dell’antiberlusconismo come alibi dei propri ritardi culturali e a fini di coesione interna è stato uno degli errori storici del Pd. I democratici hanno pagato e pagano ancora questo posizionamento miope, che li ha portati a chiudersi per un ventennio in un recinto di comodo, illudendosi di poter godere di una rendita gratuitamente offerta dal vulnus politico-culturale rappresentato dal Cavaliere.

Da anni, inascoltate, alcune voci a sinistra invitano a uscire dal gioco di specchi, mantenendo ferma l’alterità da Berlusconi e dal berlusconismo, ma intanto cercando unità, progettualità e identità in positivo e non solo in negazione.

Negli ultimi mesi questa riflessione ha fatto strada, al di là della formula di necessità del governone. Ed è un bene, perché la riformulazione su nuovi basi dell’essere e dell’agire politico del Pd è indispensabile al futuro della nostra democrazia.

Tanto lavoro, perché vent’anni non te li scrolli in una settimana. Tanta fatica, perché c’è pure da governare assieme. Tanto coraggio, perché una parte dell’elettorato risponde a dinamiche ormai pavloviane.

Poi ti alzi una mattina e il Pdl fa questa vergognosa sceneggiata, figlia di un senso dello Stato inesistente, estranea all’abc della democratica divisione dei poteri, dimentica di ogni buon senso istituzionale.

E allora ti dici che sì, l’alibi dell’antiberlusconismo ha fatto il suo tempo, ma con questi qui è proprio difficile continuare a ragionare con saggezza, perché un senso di scoramento e di rabbia te lo tirano fuori a forza, indipendente da ogni ragionamento politico, al di là di ogni saggezza e lungimiranza di prospettiva.

Ma questo è il gioco al quale lo stesso Berlusconi, con sapienza e furbizia, gioca da vent’anni. Costringere gli altri a misurarsi su di lui e solo su di lui, nel bene o nel male, è stata sempre la sua vera carta vincente.

E invece non bisogna cadere nella trappola. E resistere, resistere, resistere.

E poi, vi prego: quelli del PD ci risparmino almeno patetiche scuse come «la seduta sarà sospesa solo poche ore..si riprenderà domani». Abbiate un minimo di dignità! Ma proprio non capite? Cosa importa se la sospensione dura solo per «poche ore»?!? Non avreste dovuto cedere neanche per mezzo minuto! È una questione di principio! Il PDL blocca i lavori non per gravi problemi politici interni, ma per dimostrare che è capace di bloccare il Parlamento (e il Governo, di cui è azionista) se il suo padrone glielo ordina! Che rabbia.

Guardo alla grande dignità e coerenza del piccolo gruppo di Sel. Con 100 parlamentari in più, probabilmente avremmo rivoltato questo Paese come un calzino.

 

Annunci

Un pensiero su “Il gioco di Silvio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...