Roba da matti: “Italia, paese di m…”, è vilipendio alla nazione

imagesBisogna fare attenzione alle imprecazioni: dire «Italia, paese di m… », è vilipendio alla nazione.

La Cassazione ha giudicato colpevole un uomo che ha pronunciato la frase davanti ai carabinieri. Il 71enne, fermato dalle forze dell’ordine perchè viaggiava sulla sua automobile con un solo faro acceso, si era lasciato andare ad una invettiva per contestare la multa che gli stava per essere elevata:

In questo schifo di Italia di m….

La Corte d’appello di Campobasso lo aveva condannato a pagare una multa di mille euro, pena interamente coperta da indulto, sentenza poi confermata dai giudici della prima sezione penale del Palazzaccio.

Non è accettabile per i giudici della Cassazione il comportamento dell’imputato che «in luogo pubblico, ha inveito contro la nazione» anche se «nel contesto di un’accesa contestazione elevatagli dai carabinieri».

«Il diritto di manifestare il proprio pensiero in qualsiasi modo – si legge nella sentenza depositata giovedì – non può trascendere in offese grossolane e brutali prive di alcuna correlazione con una critica obiettiva». Per integrare il reato di vilipendio, previsto dall’articolo 291 del codice penale, «è sufficiente una manifestazione generica di vilipendio alla nazione, da intendersi come comunità avente la stessa origine territoriale, storia, lingua e cultura, effettuata pubblicamente».

Il reato in esame, spiega la Suprema Corte, «non consiste in atti di ostilità o di violenza o in manifestazioni di odio: basta l’offesa alla nazione, cioè un’espressione di ingiuria o di disprezzo che leda il prestigio o l’onore della collettività nazionale, a prescindere dai vari sentimenti nutriti dall’autore».

E ora liberate la vostra fantasia: l’ Italia è un paese di M____

Lo scrivevo qui poco fa:

Non sono merde, invece quelli che hanno permesso la mattanza DIAZ a Genova, quelli che portano nelle proprie tombe i grandi segreti di stato, la nomina De Gennaro a presidente di Finmeccanica, di lasciare Berlusconi in Parlamento a dispetto di ogni legge, di far morire senza verità e giustizia Stefano Cucchi, Aldrovandi, Uva e chissà quanti altri.
In Italia, quelli che l’hanno fatta diventare un Paese di merda sono quelli che non pagano mai, quelli che tra manganelli, silenzi e servilismo si fanno strada a dispetto di chi l’onestà la ossequia. L’Italia non sarà un paese di merda, ma sicuramente si saprà che qualcosa gira al contrario. A domani

Annunci

2 pensieri su “Roba da matti: “Italia, paese di m…”, è vilipendio alla nazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...