Una controproposta alla Camusso: Nessun F35 e investire sulla economia sostenibile

Il filo rosso di una cultura politica che unisce la difesa delle produzioni dell’ilva (a prescindere), la produzione e l’acquisto degli f35.

E mentre la sinistra stava cercando di compattarsi sul fronte del “no” agli aerei da guerra (lo scrivevo qui) arriva la bordata della leader della Cgil:

F35 e missioni di pace sono importanti per l’economia reale. Si chieda all’Ue di finanziarle e si utilizzino quelle risorse per le esigenze nazionale di ripresa

Poi continua:

Perché non si chiede all’Europa di finanziare le missioni di pace?

La Camusso sbaglia la battuta (il fatto che sia la UE a finanziare non è il problema) e se provi a farlo notare partono pure i pistolotti sulla importanza economica del settore della difesa.

Con queste parole pronunciate dal congresso della Cisl il leader della Cgil, Susanna Camusso (qui la notizia di Today), rischia di far saltare quel fronte ‘di sinistra’ parlamentare che in queste ore sta lavorando a portare il “no” all’acquisto degli aerei da guerra direttamente a Palazzo Chigi.

Solo ieri, infatti, il Pd aveva chiesto alla commissione Difesa della Camera un’indagine e il 24 e 25 giugno l’aula di Montecitorio discuterà una mozione di Sel, M5S ed esponenti Pd contro l’acquisto degli aerei. E sempre ieri un appello contro gli F35 firmato da personalità quali Roberto Saviano, Riccardo Iacona e Gad Lerner ha iniziato a fare il giro del paese.

Il tutto mentre il ministro della Difesa Mario Mauro ha preso parola in maniera lapidaria sul tema per dire che l’assunto “asili al posto di F35” è “fuorviante e demagogico”.

Il governo italiano vuole acquistare 91 cacciabombardieri Lockheed-Martin F35 ‘Lightning’, al costo complessivo di 13 miliardi di euro, per sostituire 256 aerei da combattimento obsoleti (Tornado, Amx, Harrier). Il Ligthtning è il velivolo multiruolo americano da esportazione, l’equivalente moderno dell’F16 (il vero supercaccia americano, l’F22, non viene esportato per mantenere la supremazia Usa nei cieli). Secondo un recente rapporto del Pentagono, il velivolo avrebbe grossi difetti, ma i suoi sostenitori affermano che sono solo problemi di messa a punto.

La proposta.

Dico che l’Italia ha un disperato bisogno di asili nido e non sappiamo se davvero abbiamo bisogno degli F35. Chiedo di cancellare il programma di acquisto e destinare i 13 miliardi a riassetto idrogeologico, asili nido e messa in sicurezza delle scuole.

971643_10151720358227053_406538642_n

E la proposta è investire (oltre quanto detto sopra) su progetti per i nuovi parcheggi delle bici pubbliche (come quelle di Copenaghen). Si chiama economia sostenibile, risparmio e creazione di lavoro (idea, produzione, sviluppo e manutenzione della rete).

E questa economia è più virtuosa di un F-35

Intanto in queste ore, arriva la smentita (qui la notizia), che però non cambia la forma e la sostanza: no agli F-35.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...