La questione “gelati a Milano”. #occupygelato

Trenitalia-640x347“Più Grom meno rum!”. Ecco cosa ha detto il fondatore di Grom Guido Martinetti sul caso “#occupygelato”.

Alla fine, l’ordinanza della giunta Pisapia sul divieto di mangiare gelati in strada dopo mezzanotte s’è sciolta come una coppetta al sole, ma la vicenda non è finita qui (qui l’intervista a Pisapia). Ieri sera, davanti alla gelateria Grom di Porta Ticinese a Milano, è stato organizzato un flashmob di protesta della serie “La rivoluzione del pistacchio” che al grido di #occupygelato ha raccolto proseliti anche su twitter (qui lo show comico di La Russa ben riuscito).

E proprio su twitter era diventato di tendenza, in questi giorni arrabbiati e divertiti, l’hashtag “Più-Grom-meno-rom” che tirava in ballo, come simbolo di tutte le gelaterie, proprio la mitica azienda di gelati con punti vendita da Osaka a New York. Guido Martinetti, che di Grom è fondatore assieme all’amico e socio Federico Grom, è stato colto di sorpresa dalla vicenda.

“Confesso che lo slogan “Più Grom e meno rom” non mi è piaciuto. Visto che il problema riguarda l’ora tarda, dico che bisogna stare attenti ad altro, suggerirei “Più Grom e meno rum”. “E la notizia del divieto di mangiare gelati dopo mezzanotte come l’hai presa?”. “L’ordinanza era fuori luogo e chi ha pensato di farla per fortuna ci ha ripensato. Tra l’altro è un’ordinanza che non ha molto senso in generale, se vale per il kebab o il gelato allora dovrebbe essere valida anche per chi fa caffè o vende birre. Sono da asporto anche quelli”. “Quindi il comune cosa dovrebbe fare?”. “Il vero compito di un comune dovrebbe essere l’educazione dei cittadini in generale, e comunque se il problema sono gli schiamazzi direi che il guaio al limite potrebbe essere più la birra che i gelati. Detto ciò, capisco che i rumori siano un problema e mi spiace per chi si alza presto la mattina, ma in un momento in cui questo paese ha un bisogno disperato di lavorare, trovo assurdo mettere limiti sia di orari che di weekend”.

“Alla fine Grom è felice di essere diventata il simbolo di una piccola rivoluzione?” . “Ma sì, sono felice che la rivoluzione del pistacchio si sia fatta da Grom. Ieri sera nelle nostre gelaterie abbiamo regalato un biscotto a tutti i milanesi. Non è un fatto politico, è davvero un omaggio ai cittadini che amano il gelato. Grom ha avuto una gran pubblicità da questa vicenda, ma ci tengo a dire che non siamo schierati politicamente. Tra l’altro, un po’ di sana pubblicità ci fa bene, il meteo poco favorevole e l’estate che non arriva sta condizionando terribilmente i consumi. Per noi questo è stato un bel danno, in compenso le fragole a Mura Mura dove vado io stesso a fare la raccolta quest’anno sono bellissime!”. “Ma un sabaudo così educato come Guido Martinetti, ha mai bivaccato dopo mezzanotte per strada in vita sua?”.

“Confesso. Una volta ho bivaccato anche io. Avevo sedici anni e ero a Riccione per il campionato italiano di skate. Quella notte dormii sotto la rampa della pista di skate con un panino e una birra. Un bivacco indimenticabile”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...