Squinzi: “L’Italia è sull’orlo del baratro”. Salvate il soldato Letta

110207431-ca4cc3d6-ed38-4ef5-9f45-49115c33772dSquinzi: “L’Italia è sull’orlo del baratro”

Enrico Letta alle imprese: “Il governo è con voi”

Il premier all’assemblea di Confindustria assicura il sostegno del governo agli sforzi delle aziende. “Dobbiamo ritornare a essere potenza industriale in Europa. E’ difficilissimo, ma ce la metteremo tutta”. L’allarme del presidente degli imprenditori: “Il Paese è soffocato dal disagio sociale, riforme subito”

Ieri è emerso che l’Italia ha “la quota più alta d’Europa” di giovani tra i 15 e i 29 anni che non lavorano né studiano. Si tratta dei cosiddetti Neet, arrivati a 2 milioni 250 mila nel 2012, pari al 23,9%, circa uno su quattro. Non solo, 6,8 milioni di cittadini non hanno da parte nemmeno 800 euro per le emergenze.

Una tragedia sociale. Ma nel frattempo si continua a dibattere di IMU, di presidenze della Giunta delle autorizzazioni da dare alla finta opposizione della Lega per non irritare Berlusconi, di “comunicatori” da utilizzare come scorta ai parlamentari, di scontrini, di come fare finta di cambiare una legge elettorale non democratica che non cambieranno, dell’ineleggibilità di un uomo ineleggibile da vent’anni.

La priorità del lavoro è il solo indirizzo possibile di un governo di «servizio al Paese». Stiamo parlando di una battaglia decisiva, non di un patto preconfezionato. Berlusconi cercherà ancora di strappare. E Grillo punterà al tanto peggio tanto meglio. Chi può fare lavoro se non la sinistra? Chi altri può svolgere questa funzione di cerniera nazionale? Serve intelligenza e coraggio, non di cinismo e attendismo e di tornare a scoprire i conflitti sociali, non per trarne rendite, ma per costruire soluzioni innovative.

Sinistra Ecologia e Libertà ha avviato una fase di risposta ( mentre altri sono alla perenne soluzione di conflitti interni al partito).

E allora il reddito minimo, che avrebbe una maggioranza in Parlamento (Pd, SEL, M5S), sembra scomparso dall’agenda. Perché le priorità sono sempre altre: quelle di Berlusconi, mentre il resto delle forze politiche pensa a galleggiare o giocare sulle macerie pensando ai fatti propri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...