Filippo Penati: tutto in prescrizione

filippo-penati-storiaEx Falck: Filippo Penati “aveva dichiarato pubblicamente di volersi opporre alla prescrizione per dimostrare la propria estraneità a tutte le accuse”.
Eppure in aula non c’era, e il suo legale non è stato in grado di rispondere alla domanda. Il reato è, perciò, prescritto. Niente processo per la presunta concussione relativa agli appalti delle grandi aree industriali dismesse del comune di Sesto San Giovanni. (Per chi ne volesse sapere di più c’è ancora il libro “La caduta di Stalingrado”

Il Tribunale ha dichiarato la prescrizione del reato di concussione nei confronti di Filippo Penati, che non vi ha rinunciato, come aveva promesso di fare, e che oggi mistifica la realtà, affermando che impugnerà il provvedimento per vedersi assolto nel merito. Lo scrive anche Saviano: non solo il PD ha dolosamente contribuito alla modifica della legge che, nascosta nel “pacchetto anticorruzione”, ha ridotto i termini per la prescrizione del reato contestato, consentendo questo scempio, ma oggi nessuna voce si alza a stigmatizzare questa falsificazione della realtà. Se voleva rinunciare alla prescrizione, Penati avrebbe potuto farlo subito.
Salvando non solo la sua dignità, ma quella di un intero partito, che oggi, dopo questa vicenda, è smarrita.

Qui quando dichiarava la rinuncia alla prescrizione

Nel video la dichiarazione sulla prescrizione ( tg LA7 del 30/08/2011) dal minuto 03.33 o dal 06.25

Annunci

2 pensieri su “Filippo Penati: tutto in prescrizione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...