Epifani: prima faccia un esame di coscienza sul PD e poi…

660-0-20130429_131312_7F118092No, caro Epifani. Non ve la cavate così. Non ci casca più nessuno con la storiella degli «irresponsabili che scappano dalle proprie responsabilità». Sel ha dimostrato, non a chiacchiere, di essere una forza di governo matura e fiera della propria identità, eleggendo centinaia di figure perbene e capaci ovunque, in Italia.
Abbiamo eletto fior fiori di amministratori come Vendola, Doria, Zedda, Pisapia e tanti altri che ogni giorno governano con dedizione, serietà e passione la vita pubblica nelle loro città. Ci siamo presi la responsabilità di costruire un percorso comune di governo col PD, con le contraddizioni del caso, sperando di poter far uscire dalle secche questo benedetto Paese: il tutto senza fare calcoli elettorali.

In Parlamento, pur sostenendo la candidatura di Rodotà dall’inizio, accettammo di convergere su una figura comunque apprezzabile come quella di Prodi: proprio per evitare di spaccare la coalizione e di favorire Berlusconi. Nulla da fare. Siamo stati oggetto di una trappola maldestra quanto vigliacca: un atteggiamento che ha tradito non solo Prodi e non tanto Sel, quanto i milioni di elettori che avevano sostenuto questa coalizione con coraggio e passione: tutto in nome del bene comune. Bene comune che il PD ha messo da parte per l’esplosione dell’egoismo delle sue mille correnti, ognuna in lotta con l’altra.

Il tentativo di una parte del PD, mai troppo sopito, era quello di arrivare di nuovo ad un governo di larghe intese, che facesse di nuovo fuori la sinistra e le istanze dei più deboli: tentativo perfettamente riuscito. Il tutto a vantaggio di Berlusconi.

A dimostrare che a «scappare» era proprio il PD. Dai suoi stessi elettori.

Quindi, caro Epifani, fatevi un esame di coscienza e per favore, lasciate fuori Sel dalle vostre perversioni. Non lo meritiamo noi e non lo meritano neanche tanti vostri esemplari militanti.

E poi i numeri: il calcolo è facile da fare. La coalizione di centrosinistra, che non esiste più, ha vinto le elezioni per 120.000 voti. Se a questa cifra si tolgono gli elettori di Sel (e non parlo di quelli del Pd che si sono volatilizzati, in queste ore, parlo dei voti di Sel il 24 e 25 febbraio), che sono stati 1.089.409, è il Pdl con i suoi alleati a essere il primo azionista del nuovo governo Pd-Pdl.

Se alla Camera, poi, il Pd, grazie al premio di maggioranza ottenuto con Sel, ha molti deputati di vantaggio, al Senato Pd e Pdl hanno più o meno gli stessi senatori.
Sono cose da ricordare, prima di decidere se proseguire su questa strada.

“Io sono preoccupato non per la mia carriera, ma per il mio Paese. Ma che Paese siamo diventati? Questo è un paese dove un ministro dice che con la mafia si deve convivere.” (Dall’episodio “Una voce di notte”, trasmesso in tv il 29 aprile 2013). 
La frase è stata effettivamente pronunciata da un ministro della Repubblica, il berlusconiano Lunardi Pietro , nell’agosto del 2001; all’epoca era titolare del dicastero dei Trasporti.
Come dare torto a Il commissario Montalbano?

Vanni Salvemini

Annunci

Un pensiero su “Epifani: prima faccia un esame di coscienza sul PD e poi…

  1. Condivido tutto…. per filo e per segno anche le virgole e i punti……. il Pd dopo la evidente dimostrazione della sua vera anima politica e con il tradimento dei suoi stessi elettori oltre che per la coalizione con la formazione di questo governo nn credo abbia più tanto da dire…. il Pd è lontano dai bisogni e dai problemi reali del paese e del mondo del lavoro…… Spero solo che il progetto “Il Cantiere” diventiuna realtà e che possa coinvolgere tutti quei cittadini onesti che ancora credono nella politica onesta al servizio del paese e della gente….. una nuova realtà politica che possa dare una spallata a tutto questo marciume in cui il paese stà affondando…………

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...