Proposte per la Lombardia: Smart city, città 2.0, senseable city, città creative.

bici31-e1351548793241-620x300Smart city, città 2.0, senseable city, città creative.

Le città del futuro: attente al risparmio energetico, cablate, disegnate a misura dell’uomo, città attrattive per gli stranieri e i giovani talenti, città capaci di reinventarsi ed essere competitive a scala globale. Ma le città di successo sono quelle che giocano la loro partita su temi concreti, che sanno mettere in atto azioni pubbliche e private che si traducono in spazi pubblici, interventi di demolizione e ricostruzione, nuove scuole. Le città che sopravvivono in tempi di crisi sono quelle che realizzano incubatori di attività produttive, città capaci di sperimentare tipologie abitative che stanno al passo con la domanda in evoluzione, città che danno risposte concrete a chi le vive e a chi è pronto ad investire.
Ritrovare nella capacità strategica di urban planner la nuova vocazione, turistica e culturale e misura d’uomo.
La qualità degli spazi aperti e l’efficiente trasporto pubblico, con un tram che corre su un prato verde e con la doppia linea del metró che collega tutta la città fino al mare (sviluppata longitudinalmente in virtù della particolare orografia), la riconversione di spazi che hanno perso la loro primaria funzione, e, ancora, il recuperato rapporto con l’acqua del fiume. Elementi per il nuovo EXPO 2015.

Investire sul tema delle città, a partire dalle grandi infrastrutture (metropolitane, strade, ponti) ma con una particolare attenzione anche alla scala urbana con progetti di piste ciclabili e percorsi pedonali sicuri. Lavorare per realizzare quartieri senz’auto, costruire scuole ad alta efficienza energetica, con sperimentazione sul tema dell’housing – perché no ?!).

Pensare a Milano, ad alcune città della Lombardia che lavorano per proiettarsi nel futuro (investire nella partnership pubblico-privata, mantenendo una forte regia pubblica), posso portare a raggiungere dei risultati di qualità: evidentemente non bastano slogan che promettono città utopistiche o i numeri dei piani regolatori per controllare la trasformazione delle città: serve un’iniezione di progettualità: masterplan a scala urbana e disegni di dettaglio per ogni cosa. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...