DanceAbility. Un passo a due: ripartire dagli ultimi, dagli abbandonati. Dalle pietre di scarto

Auguro a chiunque di vivere la propria vita con autenticità e senso.

Un Amore immenso per la vita, segno del nostro passaggio. Espressione della nostra presenza perchè i messaggi creano legami.

In questo momento particolare sarebbe bello creare e promuovere una rete di legami, finalizzati, tutti, ad affermare l’importanza, la bellezza, il fascino, la necessità di tutela della nostra vita. Per chi vuole vivere, gioire, creare, dedicare un pensiero, un sogno, una speranza, un gesto alla vita, alla sua vita, alla nostra vita.

Creare e consolidare una grande, incrollabile certezza: solo una condivisa cultura della vita può costruire civiltà, storia, percorsi esistenziali sereni, fertili, vincenti, concretamente utili a ciascuno.

Ritroviamo la voglia di vivere per costruire, insieme, con grande entusiasmo.

Un passo a due: ripartire dagli ultimi, dagli abbandonati. Dalle pietre di scarto

 

Note: la DanceAbility è una tecnica di danza che permette a persone abili e disabili di incontrarsi per danzare insieme, attraverso un percorso di ricerca che sfrutta le abilità fisiche ed espressive individuali. Si è sviluppata negli Stati Uniti, utilizzando i principi della Contact Improvisation, grazie ad Alito Alessi, danzatore e coreografo, direttore della Joint Forces Dance Company – USA.

Il suo scopo è quello di rendere accessibile il linguaggio della danza a tutte le persone.
L’improvvisazione è la strada principale attraverso cui si sviluppa la DanceAbility, il segreto è saper cogliere uno spunto, un elemento, un qualcosa che è in atto a livello di relazione ed iniziare a seguirlo, lasciando che da questa suggestione fluisca la danza.

Annunci

6 pensieri su “DanceAbility. Un passo a due: ripartire dagli ultimi, dagli abbandonati. Dalle pietre di scarto

  1. Il motivo principale per cui “la nostra società è molto indietro” è la mancanza di conoscenza e fare informazione usando toni di pietismo non aiuta di certo la causa al contrario invece di un’espressione artistica come la DanceAbility. Questo è il mio punto di vista frutto di varie mie attività e di 19 anni con “esperienza di disabilità”.
    Auguri
    Pier

    Mi piace

  2. Pessimo articolo…hai toppato alla grande nel commentare una forma artistica usando questa espressione:”ripartire dagli ultimi, dagli abbandonati. Dalle pietre di scarto”
    Pierluigi…il danzatore del video

    Mi piace

    1. Non penso di avere toppato ( è un tuo pensiero che rispetto ma non condivido). Quando scrivevo: ripartire dagli ultimi, dagli abbandonati. Dalle pietre di scarto” era un modo per dire che la nostra società è molto indietro sul riconoscimento di disabilità o di altre tematiche. Io per primo li rispetto ( e te lo dice uno che ha in famiglia esperienza di disabilità). Quindi nessuna toppata

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...